Sorrento -Toponomastica femminile al Convegno dell’American Association for Italian Studies

0
383
image_pdfimage_print

Il 14 giugno scorso, all’Istituto S.Anna di Sorrento, è stato inaugurato il Convegno dell’AAIS (The American Association for Italian Studies) per il 2018, che si è concluso domenica 17 giugno.

L’istituzione statunitense, che ha invitato e ricevuto studiose e studiosi provenienti da ogni parte del mondo, ha presentato una notevolissima serie di panel non solo su discipline letterarie e filosofiche, ma anche su cinema, studi di genere, storia, arti, tecnologie.

Di grande interesse per chi si interessi di studi sul femminile e la sua storia, nei diversi campi, si è distinto, organizzato dalla prof. Cosetta Seno, dell’Università del Colorado, un panel diviso su due sessioni (a destra nella foto sottostante), articolate nel primo dei quattro giorni di lavori, chair Angela Articoni, dell’Università di Foggia e Roberto Risso, dell’Università di Clemson, entrambi pure relatrice e relatore, dal titolo Modelli educativi nella letteratura per le bambine, con sei interventi: sulla contessa Lara (Angela Articoni), su Giana Anguissola (Anna Maria de Majo, associata Tf, dell’Università di Roma, a sinistra nella foto sottostante), su Emma Perodi (Alba Coppola, associata Tf , dell’Università di Salerno), sulla marchesa Colombi (Silvia Palandri, di Toponomastica femminile, che, impossibilitata ad esser presente, ha tuttavia inviato il suo intervento, letto dalla prof. Seno), su ‘pensieri pedagogici’ ottocenteschi di varie autrici (Roberto Risso), sui plutarchi femminili nell’educazione delle ragazze (Loredana Magazzeni, dell’Università di Bologna). 

(foto)

Dalle letture degli interventi e dalla discussione che ne è seguita, sono emersi, fra gli altri, due punti: l’interesse condiviso tra studiose/i e pubblico sui temi e le autrici e gli autori proposti, non di rado, singolarmente embricati e dialoganti fra loro; l’ampiezza del dibattito che ne è stato suscitato e l’interesse degli approfondimenti richiesti ed offerti, che hanno indotto a pensare alla possibilità di pubblicare gli interventi in un volume collettaneo. Importante anche l’attenzione ricaduta su Toponomastica femminile, della quale la prof. Seno dal 15 giugno è entrata a far parte, manifestando fra l’altro un notevole interesse per ImPagine e per la pubblicazione Le Mille, donatale da Tf, pubblicazione che sta quindi per approdare negli USA. 

Fra altri bei panel, piace segnalare quello organizzato dalle professoresse Marinella Mascia Galateria  dell’Università “La Sapienza” di Roma, e Tristana Rorandelli, del “Sarah Lawrence” College, entrambe anche relatrici, sulla narrativa di Paola Masino, con interventi di grande spessore e sovente condotti sulle carte autografe di una scrittrice originalissima e notevole, mai emersa in vita secondo i propri meriti, e  poi a lungo dimenticata. 

Sia dalla professoressa Cosetta Seno, che dalla professoressa Marinella Mascia Galateria, nuova socia, ella pure di Toponomastica femminile dal 17 giugno scorso, chi scrive si è congedata con promesse reciproche di contatti per e con la nostra Associazione.    

              

CONDIVIDI
Articolo precedenteProcrastinazione
Articolo successivoThe Mother of the Civil Rights Movement. Rosa McCauley Parks
Alba Coppola è docente di materie letterarie negli Istituti di istruzione secondaria di II grado. Italianista, ha lavorato per sette anni presso l'Università di Salerno per le cattedre di Letteratura Italiana e di Storia della Grammatica e della Lingua. Ha pubblicato su riviste specializzate, atti di convegni, quotidiani e riviste generaliste. Si è accostata da alcuni anni agli studi di genere con particolare riguardo alla toponomastica.