LODI – “Tutta casa, letto, chiesa”, monologo su Franca Rame

0
268
image_pdfimage_print

Lodi Vecchio: 17 marzo, presso “Il Centro” in ricordo di Franca Rame, monologo tratto dallo spettacolo “Tutta casa, letto, chiesa”, sulla figura politica e umana di Franca Rame, con presentazione del progetto Viale delle Giuste e della mostra allestita presso la sede ARCI

Lucca – 16 marzo, prime adesioni al progetto “Camera d’autrice” sostenuto da Ilaria Vietina, assessora alle politiche formative

Mestre (VE), 19 marzo, Sala Riunioni Centro Donna – Per Marzo Donna 2018 Toponomastica femminile in collaborazione con la CPO Chimici del Veneto, partecipa  con una relazione di Nadia Cario su Maria Skolodowska, una donna e una scienziata degna di nota nella toponomastica della città.

L’eloquente titolo del convegno Marie Sklodowska Curie. Una scienziata degna di nota nella toponomastica della nostra città conferma quanto sia importante, attraversando le vie delle nostre città, incontrare scienziate che ci parlano della loro storia e delle loro scoperte.

A Venezia-Mestre, su 269 strade intitolate a donne nessuna scienziata viene ricordata: ha cercato di colmare questo vuoto il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine dei Chimici (e delle Chimiche) che con la Presidente Matilde Brandolisio e la Vice Presidente Doriana Visentin, hanno proposto al comune di intitolare una strada alla scienziata Maria Sklodowska Curie.

Presente all’incontro anche il Presidente Onorario dell’Ordine, Giorgio Boccato, che ha percorso la vita della scienziata Maria Sklodowska, raccontando sia delle scoperte, che delle difficoltà che ha incontrato nella sua vita.

L’importanza di far uscire dall’invisibilità le donne e in particolar modo le scienziate di ogni tempo, è diventato anche un impegno da parte del MIUR che, come si è ricordato nell’incontro, ha indetto il concorso STEM – Femminile plurale, con scadenza l’8 aprile.

Il prossimo appuntamento con l’Ordine dei Chimici (e delle Chimiche) sarà all’intitolazione di una strada, una piazza o anche una bella rotonda, a Maria Sklodowska Curie, prima, si spera, di una lunga serie di intitolazioni a scienziate.

LOCANDINA

Foto 1 La sede del Centro Donna di Mestre

Foto 2 La Vicepresidente dell’Ordine Doriana Visentin e il Presidente Onorario Giorgio Bocca

Ferrara –Venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 marzo Ieri, oggi, domani, – i gruppi femministi si raccontano e si interrogano – nella sede del Dipartimento di Economia e Management e nella Biblioteca del Centro Documentazione Donna. In un’aula adiacente a quella dove si svolge il convegno verranno proiettati dei power point e dei video attinenti ai temi trattati. Nella sala bar sarà allestita una mostra mercato di libri, riviste, CD di musica, e verrà esposto il materiale dei gruppi presenti. Il convegno è organizzato da  Associazione Culturale Leggere Donna, Luciana Tufani Editrice

Mira (VE) – Domenica 25 marzo 2018 alle ore 16,00 presso l’Oratorio di Villa dei Leoni , il Comitato Wangari Maathai, dal nome della biologa ambientalista e attivista politica prima donna africana a essere insignita del Premio Nobel per la pace nel 2004, organizza una giornata dal titolo Una lavoratrice è sacrificabile, un ago da cucito no,  in ricordo delle operaie perite nell’incendio della Triangle Shirtwaist Company di New York il 25 marzo 1911 a causa della mancanza di sicurezza nel luogo del lavoro. All’incontro è prevista una breve presentazione del libro di Ester Rizzo Camicette bianche. Oltre l’8 marzo. 

Continuano gli articoli di Ester Rizzo su Malgradotuttoweb, per la serie “Otto donne per l’otto marzo”: Sofonisba Anguissola, la pittrice che influenzò Caravaggio e Rubens, e Gina Mare, prima donna comunista eletta all’Assemblea Regionale Siciliana

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIntitolazioni agrigentine
Articolo successivoIn Polonia il femminismo parte dai corpi delle donne
Laureata in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico alla Federico II di Napoli, è stata docente di Storia dell’arte nei licei dal 1976 al 2010. Socia cofondatrice e vicepresidente di Toponomastica femminile, è tra le organizzatrici e le relatrici dei convegni nazionali, allestisce mostre fotografiche e documentarie sulle attività femminili, pubblica articoli sulle stesse tematiche per giornali on line e riviste cartacee, segue i progetti didattici dell’associazione e presiede la giuria nel concorso nazionale “Sulle vie della parità”.